Verso il rinvio dell’obbligo delle detrazioni tracciabili in dichiarazione.

Sconti fiscali con i contanti in salvo. Il congelamento della previsione potrebbe trovare la strada o di un emendamento al decreto Sostegni o nel nuovo decreto Sostegni bis in fase di scrittura, con l’approvazione prevista ai primi di maggio.

La misura sulle detrazioni tracciabili, contenuta nella legge di Bilancio 2020 (articolo 1, comma 679), prevede l’obbligo, per usufruire degli oneri detraibili dell’articolo 15 del Tuir, di pagare le spese per medico, palestre per i figli, veterinario, solo attraverso mezzi di pagamento tracciabili e non in contanti.

L’anno scorso molti contribuenti ignari della disposizione hanno continuato a pagare veterinario, palestra, spese mediche in contanti, sebbene dietro emissione di regolare fattura e ora, iniziando assieme ai Caf a raccogliere la documentazione per la stagione del modello 730 si stanno ritrovando con la brutta sorpresa di veder negato lo sconto fiscale.

Non è escluso che la proroga possa essere inserita, come detto, come emendamento al decreto Sostegni. La soluzione potrebbe essere trovata direttamente con il decreto Sostegni bis in preparazione. Questo perché per una questione di tempi, il decreto Sostegni sarà approvato entro il 22 maggio, a stagione dichiarativa avviata, mentre il nuovo decreto entrerebbe in vigore i primi di maggio.

Menu