I professionisti pagano duramente la crisi. Con il calo del lavoro e con una perdita costante di redditi. A questo si aggiunge l’ingresso continuo di giovani leve in cerca di lavoro. Un fenomeno che riguarda l’intera Europa ma che in Italia – dove la presenza di professionisti è superiore alla media Ue – ha un effetto ancora più evidente e infatti i redditi hanno registrato un calo del 15% negli ultimi sei anni (si veda Il sole 24 Ore di ieri). In questo contesto difficile i fondi europei sono, per i professionisti, una fondamentale risorsa che potrebbe consentire di ridare ossigeno al comparto. Ma il sistema fatica a mettersi in movimento. di Federica Micardi – Il Sole 24 Ore – leggi su http://24o.it/vFb6ZX

Menu