Nell’ambito della c.d. “Manovra Correttiva” il Legislatore ha previsto una specifica agevolazione, sotto forma di credito d’imposta, a favore delle imprese / lavoratori autonomi che effettuano “investimenti pubblicitari” su quotidiani, periodici, televisione e radio.
La norma dispone che, per beneficiare dell’agevolazione, il valore di tali investimenti deve superare almeno dell’1% gli analoghi investimenti effettuati sugli stessi mezzi di informazione nell’anno precedente. Si tratta, quindi, di un’agevolazione che premia i soli investimenti pubblicitari “incrementali”.
In merito alla misura dell’agevolazione, il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati, elevato al 90% nel caso di microimprese, piccole e medie imprese (PMI) e start up innovative. Il credito d’imposta spetta, comunque, nel limite massimo complessivo di spesa che sarà stabilito annualmente con DPCM.
Il credito d’imposta spetterà dal 2018, ma dovrebbe riguardare tutti gli investimenti effettuati a partire dal 24.6.2017.
L’agevolazione, non avrà natura automatica, in quanto è richiesta la presentazione di un’apposita istanza.
Attendiamo  l’emanazione di un DPCM contenente le disposizioni attuative.

Menu