La ministra delle Infrastrutture e dei trasporti Paola De Micheli ha firmato il decreto che disciplina le modalità di attribuzione del contributo per l’acquisto o del rimborso di parte del costo sostenuto per l’acquisto dei dispositivi antiabbandono obbligatori dal 6 marzo 2020.

Chi può chiedere il contributo

Il contributo può essere richiesto da uno dei genitori o da altro soggetto esercente la responsabilità genitoriale su un minore a condizione che lo stesso non abbia superato il quarto anno di età al momento dell’acquisto del dispositivo.Il contributo è riconosciuto limitatamente a un solo dispositivo per minore.

Erogazione del credito di imposta

Il contributo sarà erogato attraverso il rilascio di un buono di spesa elettronico del valore nominale di 30 euro utilizzabile, sotto forma di sconto sul prezzo di acquisto, per gli acquisti presso le strutture, gli esercenti e gli enti iscritti in un apposito elenco consultabile attraverso un’applicazione web dedicata.Nel caso in cui il prezzo del dispositivo sia inferiore a 30 euro, il contributo è pari all’intero costo sostenuto.L’acquisto del dispositivo antiabbandono sarà associato al codice fiscale del minore.

Menu