Adempimenti a carico del contribuente e del professionista

Accertamento-se-Agenzia-Entrate-invia-il-questionario-fiscale-al-contribuente-372x248Cosa dovrà fare chi, con l’aiuto del professionista, aderirà alla procedura di collaborazione volontaria?

Di seguito un elenco di punti da tenere a mente.

SCADENZA

I contribuenti che intendono accedere al programma di collaborazione volontaria devono presentare, esclusivamente per via telematica entro il 30.09.2017, la richiesta di accesso alla procedura, utilizzando l’apposito modello.

La prova della presentazione è costituita dalla comunicazione della stessa Agenzia attestante l’avvenuta ricezione. L’Agenzia delle Entrate attesta l’avvenuta trasmissione della richiesta mediante una ricevuta contenuta in un fi le, munito del codice di autenticazione per il servizio Entratel o del codice di riscontro per il servizio Internet (Fisconline).

Nella ricevuta, che è resa disponibile per via telematica entro i 5 giorni lavorativi successivi, è altresì riportato l’indirizzo Pec delle Direzioni Regionali e Provinciali di Trento e Bolzano a cui dovrà essere inviata la documentazione e le informazioni per la determinazione delle sanzioni, dei redditi e degli altri imponibili oggetto di definizione nell’ambito delle procedura di collaborazione volontaria.

RELAZIONE DI ACCOMPAGNAMENTO

Il contribuente che accede alla procedura deve unire alla documentazione una relazione di accompagnamento, parte integrante della richiesta di accesso alla procedura, idonea a rappresentare analiticamente, per ciascuna annualità d’imposta oggetto di collaborazione, i dati schematicamente riportati nella richiesta e che fornisca tutte le notizie di supporto atte a rendere gli stessi intellegibili.

Cosa includere nella relazione?

  1. Ammontare degli investimenti e delle attività di natura finanziaria costituite o detenute all’estero, anche indirettamente o per interposta persona.
  2. Determinazione dei redditi che servirono per costituirli o acquistarli, nonché dei redditi che derivano dalla loro dismissione o utilizzazione a qualunque titolo.
  3. Determinazione degli eventuali maggiori imponibili agli effetti delle imposte sui redditi e relative addizionali, delle imposte sostitutive, dell’Irap, dei contributi previdenziali, dell’IVA e delle ritenute ancorché non connessi con le attività costituite o detenute all’estero.
  4. Soggetti che presentano un collegamento in relazione alle attività estere oggetto della procedura.

Nella ricevuta, che è resa disponibile per via telematica entro i 5 giorni lavorativi successivi, è altresì riportato l’indirizzo Pec delle Direzioni Regionali e Provinciali di Trento e Bolzano a cui dovrà essere inviata la documentazione e le informazioni per la determinazione delle sanzioni, dei redditi e degli altri imponibili oggetto di definizione nell’ambito delle procedura di collaborazione volontaria.

PREDISPOSIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE

La trasmissione della documentazione e la relazione di accompagnamento deve avvenire  non oltre il 30.09.2017.

L’unitarietà e la completezza della richiesta di accesso si realizza con l’ultimo modello di richiesta inviato e con l’ultima trasmissione di documentazione e informazioni poste in essere dal contribuente. 

La documentazione potrà essere trasmessa da qualsiasi casella di posta elettronica certificata.

Menu