christmas-bahumaanam-gift-telugu-christian-songs-248726

L’arrivo della stagione Natalizia coincide un aumento degli omaggi che le imprese regalano ai propri clienti. Il presente articolo serve per rinfrescare le idee sull’argomento circa possibilità di deduzioni del costo di acquisto, detrazione della relativa, e possibilità effettiva di omaggiare un bene o meno.

Il quadro generale non si è modificato fatto salvo l’innalzamento della detraibilità dell’IVA sugli omaggi con il Decreto Semplificazioni del governo Renzi.

 Aumento detraibilità IVA per gli omaggi natalizi 

A tal proposito l’art. 30, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. “Semplificazioni”, ha modificato a decorrere dal 13.12.2014 (data di entrata in vigore del citato Decreto) l’art. 19-bis1, lett. h), DPR n. 633/72, innalzando (da € 25,82) a € 50 il costo unitario del bene regalato per il quale è ammessa la detrazione dell’IVA a credito relativa all’acquisto dei beni costituenti spese di rappresentanza, così come definite ai fini delle imposte dirette. Conseguentemente, l’IVA relativa all’acquisto del bene omaggiato è detraibile se il relativo costo unitario è:

  • pari o inferiore a € 25,82, se acquistato fino al 12.12.2014;
  • pari o inferiore a € 50, se acquistato dal 13.12.2014.

Al fine di stabilire il limite (“vecchio” o “nuovo”) applicabile, si ritiene di dover fare riferimento al momento di effettuazione dell’operazione ai sensi dell’art. 6, DPR n. 633/72 (non può quindi essere attribuita rilevanza alla data di registrazione della fattura). Conseguentemente, va considerata la data di consegna / spedizione degli stessi risultante dal ddt (o documento analogo) ovvero dalla fattura di acquisto (se immediata), fermo restando che l’emissione della fattura e/o il pagamento precedenti la consegna / spedizione dei beni “anticipano” il momento di effettuazione dell’operazione.

Pertanto:

Nel caso  di beni acquistati e successivamente omaggiati fino al 12.12.2014:

  • se hanno un costo unitario inferiore a € 25,82

IVA detraibile

  • se hanno un costo unitario superiore a € 25,82
  • IVA indetraibile

    Nel caso  di beni acquistati a partire dal 13.12.2014 e successivamente omaggiati :

    • se hanno un costo unitario inferiore a € 50,00

    IVA detraibile

  • se hanno un costo unitario superiore a € 50,00
  • IVA indetraibile

    Nel caso  di beni acquistati fino al 12.12.2014 e omaggiati a partire dal 13.12.2014 :

    • se hanno un costo unitario inferiore a € 25,82 

    IVA detraibile

  • se hanno un costo unitario superiore a € 25,82
  • IVA indetraibile

    regali-aziendali

    Gli omaggi rientrano nella più ampia categoria delle spese di rappresentanza. Le spese di rappresentanza sono deducibili nel periodo di imposta di sostenimento se rispondenti ai requisiti di inerenza e congruità. Per gli omaggi, se non costituenti oggetto dell’attività propria, non è possibile detrarre l’IVA sugli acquisti, salvo che il loro costo unitario non sia superiore a € 50,00(dopo Decreto Semplificazioni, prima era di €25,82), poiché qualificati come spese di rappresentanza. Anche agli acquisti di alimenti e bevande, di valore unitario non superiore a tale limite, destinati a essere ceduti a titolo gratuito, si applica la disposizione in materia di spese di rappresentanza (Circ. Ag. Entrate 19.06.2002, n. 54/E, p. 16.6); conseguentemente, l’IVA è detraibile.

    La distinzione alla base, nel caso di omaggi, è quella fra beni rientranti nell’attività di impresa e beni non rientranti nell’attività NON di impresa.

    Beni rientranti nell’attività di impresa

    Importo

    Classificazione imposte dirette 

    Detrazione IVA 

    Regime IVA della cessione a titolo di omaggi 

    Di qualunque importo 

     No spese di rappresentanza 

    Detraibile

    Sì fattura (operazione imponibile). Costituiscono cessione di beni, salvo il caso di mancata detrazione dell’IVA sull’acquisto.

    Di qualunque importo 

     Spese di rappresentanza  

    Detrazione solo per beni di costo unitario inferiore a 50€ (prima 25,82€)

    Sì fattura (operazione imponibile). Costituiscono cessione di beni, salvo il caso di mancata detrazione dell’IVA sull’acquisto.

    Beni non rientranti nell’attività di impresa

    Importo

    Classificazione imposte dirette 

    Detrazione IVA 

    Regime IVA della cessione a titolo di omaggi 

    Di costo unitario non superiore a € 25,82

     No spese di rappresentanza 

    Detraibile (anche per alimenti e bevande) 

    Si fattura (operazione esclusa da IVA). La fattura in questo caso serve ad avere un documenti che provi la cessione del bene.

    Di costo unitario superiore a € 25,82

     Spese di rappresentanza 

    Non detraibile 

    Si fattura (operazione esclusa da IVA). La fattura in questo caso serve ad avere un documenti che provi la cessione del bene.

     

     Le spese di rappresentanza hanno poi i seguenti limiti per le imprese:

    • se di costo inferiore a 50€ sono sempre e comunque deducibili;
    • se di costo superiore a 50€ la deducibilità è possibile, ma vanno considerate le altre spese di rappresentanza inerenti, e verificare se il loro importo è inferiore ai limiti massimi di congruità previsti dal D.M. Economia e Finanze 19.11.2008. Più precisamente i limiti dipendono dal fatturato:
      • 1,30% dei ricavi e altri proventi fino a € 10 milioni;
      • 0,50% dei ricavi e altri proventi per la parte eccedente € 10 milioni e fino a € 50 milioni;
      • 0,10% dei ricavi e altri proventi per la parte eccedente € 50 milioni.

     

     

     

    Menu