paraisos-fiscales

 

 

Le persone che detengono patrimoni all’estero devono, nella maggioranza dei casi, compilare il quadro RW ai fini del monitoraggio fiscale. Esistono alcune circostanze marginali d’esonero relative, ad esempio, nel caso in cui il totale dei valori estere sia inferiore a € 10.000,00.

Per coloro che sono tenuti a tale adempimento è utile avere come punto di riferimento un elenco dei principali elementi da considerare.

Qui trovate una lista con riferimento all’anno 2014 utile per la dichiarazione di quest’anno.

%  Estratti conto:

Allegare tutti gli estratti conto esteri 2014 con indicate le consistenze all’estero dal 01.01.2014 al 31.12.2014 al fine di verificare i movimenti anche se tali consistenze non dovessero essere più esistenti al 31.12.2014, ma risultavano tali al 31.12.2013. Si ricorda di indicare l’intero valore del conto corrente, anche se cointestato.

 

Investimenti Detenuti All’estero:

A titolo esemplificativo, devono essere indicati nel modulo RW:

  • immobili situati all’estero o i diritti reali immobiliari o quote di essi (ad esempio, comproprietà o multiproprietà),
  • oggetti preziosi e le opere d’arte che si trovano fuori del territorio dello Stato (compresi quelli custoditi in cassette di sicurezza);
  • imbarcazioni o le navi da diporto o altri beni mobili detenuti e/o iscritti nei pubblici registri esteri, nonché quelli che pur non essendo iscritti nei predetti registri avrebbero i requisiti per essere iscritti in Italia;
  • gli immobili ubicati in Italia posseduti per il tramite di un soggetto interposto residente all’estero.  

Il contribuente dovrà fornire allo Studio il costo risultante dall’atto di acquisto (il cosiddetto “costo storico”) maggiorato degli eventuali oneri accessori quali, ad esempio, le spese notarili e gli oneri di intermediazione, ad esclusione degli interessi passivi. Qualora il “costo storico” non sia documentabile si deve riportare il valore del bene risultante da un’apposita perizia di stima. Si invita, pertanto, a fornire allo Studio copia di detti atti di acquisto.

 

Attività Estere Di Natura Finanziaria:

Le attività estere di natura finanziaria sono quelle attività da cui derivano redditi di capitale o redditi diversi di natura finanziaria:

  • attività i cui redditi sono corrisposti da soggetti non residenti, tra cui, le partecipazioni al capitale o al patrimonio di soggetti non residenti, le obbligazioni estere e i titoli similari, i titoli pubblici italiani e i titoli equiparati emessi all’estero, i titoli non rappresentativi di merce, le valute estere, depositi e conti correnti bancari costituiti all’estero indipendentemente dalle modalità di alimentazione (ad esempio, accrediti di stipendi, di pensione o di compensi);
  • contratti di natura finanziaria stipulati con controparti non residenti, ad esempio finanziamenti, riporti, pronti contro termine e prestito titoli;
  • contratti derivati e altri rapporti finanziari stipulati al di fuori del territorio dello Stato;
  • metalli preziosi detenuti all’estero.

 

Pensioni Estere:

  • Presentare copia dei documenti relativi a pensioni estere nel caso si voglia procedere con la dichiarazione RED.
Menu