Proroghe in arrivo per il Coronavirus

Proroga per gli invii dei dati per la dichiarazione precompilata di un mese per tutti e una nuova finestra, a settembre, per la trasmissione del 730 precompilato. Cu (certificazioni uniche), dati per le detrazioni degli asili nido, dell’università, dei condominii, degli interessi passivi sui mutui e di tutte le comunicazioni che vanno a comporre la precompilata per quel che concerne le detrazioni, slittano di 30 giorni.

Modifiche anche al calendario per la trasmissione del modello 730 precompilato che si arricchisce di una nuova scadenza quella del 30 settembre con la precisazione che restano ferme le altre finestre e che di conseguenza per chi dovesse scegliere la trasmissione a settembre slittano di pari misura anche i rimborsi in conguaglio. È questa una delle novità di carattere generale del decreto legge in esame al consiglio dei ministri di ieri che contiene misure per la zona rossa (l’area di 11 comuni, 10 lombardi e uno veneto) individuata per l’emergenza sanitaria del Coronavirus.

Il decreto prevede inoltre una serie di rinvii di adempimenti e versamenti per le entrate non tributarie che non avevano trovato posto nel decreto del ministero dell’economia dello scorso 24 febbraio con cui il ministro Roberto Gualtieri aveva fornito una prima risposta all’emergenza delle imprese e dei professionisti messi in misura di contenimento e impossibilitati dunque all’adempimento.

Menu