Punti Impresa Digitale

commercio, Fisco

Le Camere di Commercio, nell’ambito del progetto che vede la nascita dei Punti Impresa Digitale, mettono a disposizione nuove risorse per le imprese che effettuano investimenti tecnologici. I bandi aperti hanno lo scopo di attuare il Piano Nazionale Industria 4.0 e consentire alle aziende di ottenere fondi, sotto forma di voucher, da investire nel percorso di trasformazione digitale. La maggior parte dei bandi possiede due particolari misure di investimento inerenti a differenti tipologie di spese che possono essere effettuate dalle aziende richiedenti. Come si presenta la domanda?

Industria 4.0, le Camere di Commercio hanno aperto i bandi per finanziare le imprese che vogliono digitalizzare. Lo hanno fatto all’interno del progetto che vede la nascita dei Punti Impresa Digitale voluti dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Cos’è il Punto Impresa Digitale?

Il punto impresa digitale è lo strumento utilizzato dalle Camere di Commercio per dare una risposta alla richiesta del Ministero dello Sviluppo economico di realizzare una rete di punti informativi e di supporto alle imprese sulle attività di digitalizzazione. Il progetto si inserisce all’interno del Piano nazionale Industria 4.0.

Fisicamente, i punti impresa digitale consistono in strutture localizzate presso alcune Camere di commercio che vengono utilizzate per la diffusione della cultura e della pratica dell’espansione degli obiettivi del Piano Nazionale nelle micro, piccole e medie imprese appartenenti a tutti i settori economici. A questa rete di punti “fisici” se ne connette un’altra tramite l’ausilio di una grande tipologia di strumenti informatici come le communities, i classici siti ed i social-media.

 

Articolo precedente
In Italia le scadenze fiscali non fanno altro che aumentare
Articolo successivo
Come Cambierà l’IVA in Svizzera

Post correlati

Menu