La Banca centrale europea non stamperà più banconote da 500 euro

Uncategorized

gehaltsverhandlung-bewerbungsgespraech

Le banconote da 500 euro non saranno più stampate a partire dalla fine del 2018: lo ha deciso oggi il direttivo della Banca centrale europea (Bce) dopo diversi mesi di discussioni e trattative. La decisione è stata assunta per combattere il riciclaggio di denaro, il finanziamento di organizzazioni criminali e terroristiche e l’evasione fiscale, di cui i biglietti da 500 euro sono uno dei mezzi principali.

Già a febbraio di quest’anno il Consiglio della Bce aveva espresso il proposito di rendere più difficile per le organizzazioni illegali l’approvvigionamento di banconote di grosso taglio. Il presidente della Banca centrale, Mario Draghi, parlando davanti alla commissione Affari economici del Parlamento europeo, aveva detto che la Bce stava “riflettendo sulla questione per trovare la migliore soluzione”, anche se aveva aggiunto che “serve cautela ” e che “nessuno vuole ridurre la massa circolante della moneta”. Le banconote da 500 euro permettono di spostare o nascondere grandi quantità di denaro in poco spazio e sono per questo usate spesso per attività illecite. Nello spazio di un pacchetto di sigarette, per esempio, è possibile conservare fino a 40 banconote da 500 euro, per un valore di 20 mila euro.

Menu