In arrivo la seconda circolare sulla Voluntary Disclosure

Uncategorized

svizzera-banche

L’Agenzia è pronta a licenziare la seconda circolare (dopo la 10/E di marzo) la prossima settimana. Il documento di prassi risponderà ad «alcuni dubbi sulla base dei quesiti che ci hanno mandato gli operatori

Una circolare che potrebbe, quindi, assumere la veste di Faq. Anche se la direttrice non è entrata nel merito dei contenuti, sul tavolo ci sono diverse questioni su cui si attende una risposta. Per esempio in relazione all’obbligo di presentare l’obbligo di presentare istanza di voluntary per tutti i soggetti con delega a operare sui conti all’estero e della prova contraria in caso di mancato utilizzo. O ancora sulla questione dell’accesso al forfettario in presenza di conti intestati a più persone pure se nel complesso si superano i due milioni.

Le maggiori certezze su questo fronte insieme al definitivo via libera alla limitazione al ricorso del raddoppio dei termini contenuta nello schema di Dlgs della certezza del diritto (ieri è arrivato il parere positivo anche dalla commissione Finanze della Camera) dovrebbero consentire il decollo dell’operazione per la quale a inizio mese risultavano presentate poco più di 1.800 domande.

La Orlandi ha sottolineato che «il numero di richieste sta già salendo, si aspettava la norma sul raddoppio dei termini, poi avrà una convinta evoluzione».

Menu