Finisce il segreto bancario anche in Austria

Uncategorized

interpreti%20per%20austria

Non solo lo Svizzera, ma anche diversi paesi membri EU si stanno adeguando a standard di trasparenza finanziaria molto più ampi.

La coalizione di governo austriaca, composta da popolari e socialdemocratici, ha trovato l’intesa dopo trattative serrate per la legge Finanziaria 2016, che prevede sgravi di 5 miliardi di euro ai dipendenti per rilanciare i consumi, introducendo però misure utili a recuperare imponibile da altri settori.

Come? Per recuperare imponibile nascosto ai “segugi” del fisco sono stati approvati l’abolizione del segreto bancario per le imprese e l’introduzione del registratore di cassa a tutti gli esercenti. Il segreto bancario in Austria, in realtà, non esisteva già più in caso di accertamenti operati della magistratura, ma ora basterà la semplice iniziativa dell’ufficio delle imposte per far passare al setaccio i conti correnti sospetti o in odore di evasione. Insomma tempi duri per gli evasori che si rifugiavano dietro la cortina dell’ex impenetrabile segreto bancario austriaco.

Sono così finiti i tempi del segreto bancario inaccessibile e inespugnabile anche in Austria, un paese alpino che è sempre più in difficoltà a tenere il passo della competitività globale. Non solo.

Il governo austriaco di introdurre una maggiore progressività fiscale: in sostanza la misura più importante dopo la riduzione del segreto bancario per le imprese è il taglio dal 36,5% al 25% dell’aliquota d’imposta sugli imponibili per il primo scaglione, quello tra 10mila e 25mila euro.

Menu