Ritorna il “vecchio” regime dei minimi

Uncategorized

Profesionisti_a_vostra_disposizione

Il Governo porrà oggi la questione di fiducia sull’approvazione del decreto “milleproroghe”.

Le Commissioni  Bilancio e Affari Costituzionali della Camera hanno approvato le seguenti novità:

  • proroga al 2015 del vecchio regime dei minimi e possibilità, per i titolari di partita Iva che guadagnano  fino a 30.000 euro all’anno, di valutare la scelta tra il nuovo e il vecchio regime, con aliquote  rispettivamente fissate al 15% e al 5%;
  • estensione, fino al 2017, degli incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori italiani che si sono trasferiti  all’estero;
  • elevamento, fino al 31.12.2015, dal 10% al 20% dell’importo contrattuale, dell’anticipo del prezzo in  favore dell’appaltatore, al fine di attenuare l’impatto negativo prodotto dallo split-payment.
Menu